Standard per porte tagliafuoco

Standard porte tagliafuoco: sbloccare nuove opportunità in Europa

Gli standard per porte tagliafuoco e la relativa componentistica per l’edilizia possono essere difficili da gestire per i produttori che cercano di sfruttare le opportunità offerte dalle reti globali. Gli standard europei nell’Unione Europea (Standard EN e requisiti per consentire e mantenere il marchio CE) e gli standard ANSI e UL negli Stati Uniti, così come gli standard locali nelle aree del Medio Oriente, sono spesso difficili da gestire, ostacolando potenzialmente l’espansione globale dei produttori.

Fortunatamente, una certa standardizzazione sta gradualmente creando coesione nel settore, poiché gli standard della Builders Hardware Manufacturers Association (BHMA) stanno diventando sempre più riconosciuti a livello globale e richiesti per dimostrare non solo la differenziazione di mercato, ma anche una maggiore sicurezza. Indipendentemente da ciò, gestire i vari test richiesti spesso significa che i produttori devono lavorare con campionature e con diversi organismi esterni di test e certificazione, creando uno scenario potenzialmente complicato.

Standard EN e il marchio CE: A che punto siamo?

Prima di guardare dove sta andando il mercato generale e cosa significano queste norme per il futuro del settore della componentistica per l’edilizia, vale la pena guardare indietro agli sviluppi delle norme EN e del marchio CE per l’Europa, per un breve aggiornamento sulla situazione attuale.

La direttiva sui prodotti per le costruzioni (CPD) è stata il principale fattore di cambiamento nel settore delle costruzioni nell’UE. Con numerosi e diversi standard per porte tagliafuoco in vigore nei vari paesi europei, la CPD aveva lo scopo di rimuovere le barriere commerciali e di mercato e fornire un livello minimo di sicurezza stabilendo requisiti standardizzati. A tal fine, nel 1989 è stato introdotto nella CPD il marchio CE. Nel 2013, il regolamento sui prodotti per le costruzioni (RPC) ha sostituito la CPD e ciò ha aumentato la necessità di conformità in molti paesi che avevano considerato l’adozione della CPD come volontaria; in effetti i requisiti sono diventati obbligatori in tutti gli Stati membri dell’UE. Oggi, il marchio CE è richiesto per molti prodotti di componentistica per l’edilizia venduti nello Spazio Economico Europeo (SEE), indipendentemente dal luogo di produzione. Poiché alcuni elementi dei componenti di costruzione sono considerati essenziali per il mantenimento della sicurezza, il collaudo e la certificazione devono essere controllati da un ente terzo esterno, cosiddetto “Ente Certificatore”.

Ciò non si applica a tutta la componentistica per l’edilizia, ma, a seconda dell’uso finale previsto, include chiudi-porta, cerniere, dispositivi di fermo-apertura, dispositivi di uscita e serrature/chiusure. I requisiti per il marchio CE comprendono anche la necessità di condurre regolarmente test di “audit”. Tutto ciò significa che il produttore deve compiere ora ulteriori passi per immettere il prodotto sul mercato europeo; tuttavia, almeno in teoria, i prodotti soddisferanno tutti i livelli minimi di sicurezza, fornendo così uno standard complessivo più elevato all’interno degli edifici.

Standard per porte tagliafuoco

Nell’ambito dell’industria europea della componentistica per l’edilizia, le norme UE sono ormai consolidate e ben comprese e molte vengono aggiornate regolarmente per rispondere alle esigenze del mercato in rapida evoluzione in settori quali gli edifici connessi e la sicurezza informatica.

Analogamente, i prodotti fabbricati nell’UE ma distribuiti al di fuori di questa sono soggetti ad ulteriori norme specifiche per paese o regione, come BHMA in Nord America, UL negli Stati Uniti e ULC in Canada.

Ad oggi, molti standard BHMA sono riconosciuti e accettati anche nel mercato globale e, a volte, sono obbligatori. Considerando che il mercato nordamericano si è dimostrato interessante e prezioso per i produttori europei, comprendere i requisiti di questa regione è utile per facilitare e accelerare l’accesso al mercato globale.

L’importanza degli standard BHMA e UL/ULC

Dalla sua fondazione nel 1925 come Associazione statistica dei produttori di componentistica, la BHMA ha lavorato per contribuire a garantire la qualità e le prestazioni della componentistica per l’edilizia. Sebbene BHMA sia già da tempo una realtà importante negli Stati Uniti, è diventata sempre più credibile per la sicurezza di vita e per altri problemi dei componenti delle porte negli Stati Uniti e in tutto il mondo. Con il progredire di BHMA, anche UL ha mantenuto la sua reputazione di competenza tecnica e conoscenza del settore per oltre un secolo, lavorando per aiutare l’industria edile a trovare prodotti di cui potersi fidare.

Come è stato detto in precedenza, le norme EN e il marchio CE sono sempre più applicati in tutta l’UE, ma non sempre al di fuori dell’Europa. Pensate al marchio CE come a un passaporto per entrare in Europa, qualcosa di cui avete bisogno per entrare ma con scarsa diffusione al di fuori dell’Europa. Tuttavia, il marchio BHMA sta guadagnando credibilità in tutto il mondo ed è un elemento di differenziazione tecnica e commerciale tra prodotti per architetti, consumatori e designer. In qualità di organismo di sviluppo degli standard accreditato dall’American National Standards Institute (ANSI), BHMA è sia un elemento di differenziazione commerciale che un marchio potenzialmente importante per i produttori dell’UE che intendono esportare in vari paesi, tra cui Stati Uniti, Cina, Hong Kong e altri mercati asiatici. Alcuni standard per porte tagliafuoco creati da BHMA sono ora citati anche da autorità di regolamentazione negli Stati Uniti, tra cui la National Fire Protection Association (NFPA) e l’International Code Council (ICC).

Indipendentemente dalle norme applicabili in una data regione, esistono cinque famiglie di componenti di base per porte (cerniere, chiudi-porta, serrature di uscita, dispositivi anti panico e serrature meccaniche) e una serie abbastanza standardizzata di test delle prestazioni. I test di rendimento comprendono tipicamente la durabilità meccanica basata su un dato numero di cicli (stabilito dalla norma in questione), la resistenza alla corrosione, le prove di forza fisica e la resistenza agli elementi. Esistono analogie tra le norme BHMA, UL e EN per quanto riguarda questi test, e c’è un obiettivo centrale condiviso: garantire prestazioni complete in materia di sicurezza del prodotto per aspetti quali la durata, il rischio di incendio, la sicurezza, la resistenza alla corrosione e altro ancora.

Indipendentemente da queste analogie di alto livello, le diverse regioni hanno esigenze e raccomandazioni di mercato diverse che devono essere affrontate per un proficuo accesso al mercato. Poiché gli standard BHMA sono sempre più visti come fattori di distinzione per la qualità dei prodotti e sono addirittura richiesti per alcune applicazioni in Nord America e in alcune parti dell’Asia, è anche importante capire in che modo la finalità di questi standard e metodi di prova è paragonabile sia agli standard UL che a quelli EN. Di seguito è riportata una tabella che mostra gli standard globali per i vari componenti, ma è importante ribadire che i requisiti all’interno di ogni standard non sono necessariamente gli stessi e di fatto possono anche essere in conflitto.

Standard Globali per i diversi componenti di porte tagliafuoco
Standard Globali per i diversi componenti di porte tagliafuoco

Ampliamento dei servizi per un raggio d’azione più ampio

In qualità di leader nel più ampio settore della componentistica per l’edilizia, UL continua a lavorare per un futuro più sicuro e affidabile offrendo servizi di cui il settore ha bisogno. Nell’ambito della nostra costante attenzione e del nostro impegno nei confronti di porte e della relativa componentistica per l’edilizia, siamo entusiasti di ampliare ulteriormente i nostri servizi nell’UE per aiutare i produttori europei e facilitarne l’accesso al mercato globale. Non c’è dubbio, ci sono molti vantaggi offerti dalla collaborazione con un fornitore attendibile di test e certificazioni.

L’impianto di collaudo all’avanguardia di UL a Warrington, nel Regno Unito, è ora aperto e specializzato nei test di verifica delle prestazioni della componentistica delle porte secondo le norme EN per il mercato europeo per cerniere, chiudi-porta, serrature di uscita, dispositivi anti panico e serrature meccaniche. Infine, nel Regno Unito queste capacità si tradurranno nell’opportunità per un’azienda di sottoporre un prodotto a un’unica verifica piuttosto che lavorare con più organismi di test e certificazione, riducendo tempi e costi e al contempo semplificando notevolmente le comunicazioni. Ove possibile, i test per gli standard per porte tagliafuoco saranno raggruppati per ridurre la necessità di test duplicati.

Questi programmi di test ad hoc e “pacchetti” di certificazione facilitano l’accesso al mercato globale e offrono una maggiore convenienza a un costo inferiore, compresi i test di audit per le esigenze di certificazione e tempi di consegna brevi, ma il laboratorio britannico di UL consente anche a UL di offrire ai clienti la possibilità di condurre test per ricerca e sviluppo oltre ai test per le approvazioni normative. Il nuovo laboratorio, i tecnici appositamente formati e le attrezzature di test di fascia alta a supporto di questi servizi rappresentano la parte del più consistente sforzo globale di UL per ampliare le nostre competenze e offrire più servizi in un’unica soluzione. Con laboratori simili a Taiwan e presso la nostra sede centrale globale a Northbrook, in Illinois, la rete interna di UL contribuisce a garantire una facile comunicazione al di là dei confini nazionali.

Non c’è dubbio che il mercato globale delle porte e della relativa componentistica continuerà ad evolvere in ogni regione. Con la costante evoluzione di questi standard, UL continuerà ad offrire una guida e servizi preziosi di cui i nostri clienti possono fidarsi.

UL International
UL International

Matthew Schumann
Manager divisione resistenza e contenimento del fuoco

UL International

Lascia un commento