porte pedonali UNI EN 16361

Porte pedonali motorizzate non a battente: EN 16361

Aggiornamenti 

È entrata in vigore il 30 agosto la nuova versione della norma UNI EN 16361: 2016 pubblicata da UNI,  relativa alle porte pedonali motorizzate non a battente. La norma sostituisce la versione del 2013, la UNI EN 16361:2013.

La norma si intitola:

Norma di prodotto, caratteristiche prestazionali – Porte pedonali, diverse da quelle a battente, inizialmente progettate per installazione motorizzata.

La norma specifica i requisiti e i metodi di prova/valutazione/calcolo per porte pedonali motorizzate esterne ed interne, diverse da quelle a battente, e che sono state inizialmente progettate per una installazione motorizzata.

Ricordiamo, invece, che alle porte a battente, che non hanno alcuna differenza costruttiva fra manuali e motorizzate, si applica la norma UNI EN 14351-1 entrata in vigore il 20 ottobre 2016.

Caratteristiche normative

La norma UNI EN 16361:2016 riguarda le porte pedonali motorizzate esterne ed interne, diverse da quelle a battente ovvero scorrevoli, girevoli, porte bilanciate e le porte a libro con anta o ante a movimentazione orizzontale, con meccanismo di attivazione di tipo elettromeccanico, elettro-idraulico o pneumatico.

Quando non è applicata

La 16361 non si applica a porte esterne pedonali che sottostanno alla UNI EN 14351-1, porte interne pedonali secondo il prEN 14351-2, porte resistenti al fuoco e/o a tenuta di fumi secondo il prUNI EN 16034. E ancora, alle porte di ascensori, porte di veicoli, porte utilizzate nei processi industriali, porte utilizzate in partizioni, porte fuori dalla portate delle persone (come i cancelletti di gru e carri ponte), ai tornelli, porte in corrispondenza di banchine metropolitane/ferrovie.

La marcatura CE secondo EN 16361:2016 sarà possibile quando la norma sarà citata all’interno della pubblicazione semestrale in Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea dei riferimenti delle norme armonizzate secondo CPR da parte della Commissione europea. La citazione prevederà la data di inizio di marcatura su base volontaria e la data di inizio della marcatura CE obbligatoria.

Leggi gli altri articoli dedicati alle normative qui.


Redazione guidatagliafuoco.it

Lascia un commento